I vecchi amici riaffiorano….in un veliero….

20.08.2015

Questo viaggio sta portando ogni giorno nuove sorprese, e deve ancora cominciare!

A pochi giorni dalla mia partenza ricevo una email con gran piacere, un amico d’infanzia che da tempo non sentivo, una di quelle persone che hai sempre portato nel cuore con grande affetto.

Di seguito uno stralcio della sua lettera:

[…] Perchè ti dico questo…… perchè a conti fatti spesso mi chiedo se ho fatto bene a lasciare quel lavoro ed ogni volta mi rispondo di si, se fossi rimasto sono certo che ora o sarei depresso oppure avrei contratto qualche malattia grave.
Hai fatto bene a provare bravo! nel Faust di Goethe Faust stesso che ha venduto l’anima al diavolo facendo il peggior affare della sua vita, invece di essere condannato all’inferno, alla fine viene salvato da Dio perchè a differenza della maggior parte degli uomini lui almeno ha provato a cambiare la sua 
esistenza pur nell’errore.
Tu avrai sicuramente più fortuna di me, ma ricordati
che anche se la tua scelta fosse stata quella sbagliata, almeno hai provato e non sei rimasto tra gli “IGNAVI”.

veliero

[…]

P.S. ti lascio con dei passi di un libro che ti consiglio vivamente “L’elogio della fuga di HENRY LABORIT”

“Quando non può lottare contro il vento e il mare per seguire la sua rotta, il veliero ha due possibilità: l’andatura di cappa che lo fa andare alla deriva, e la fuga davanti alla tempesta con il mare in poppa e un minimo di tela.
La fuga è spesso, quando si è lontani dalla costa, il solo modo di salvare barca ed equipaggio.
E in più permette di scoprire rive sconosciute che spuntano all’orizzonte delle acque tornate calme. Rive sconosciute che saranno per sempre ignorate da coloro che hanno l’illusoria fortuna di poter seguire la rotta dei carghi e delle petroliere, la rotta senza imprevisti imposta dalle compagnie di navigazione. Forse conoscete quella barca che si  chiama desiderio.”


Scusami di queste divagazioni e fai buon viaggio, hai tutta la mia ammirazione.

Ciao
Federico

____

Grazie Fede

Davide

Torna alla pagina precendente

Comments are closed.

Translate »