El Chalten e “il sentiero che non c’è”

19/09/2015

Stamattina mi alzo presto, l’idea è di fare trekking fino al Glacial Piedra Biancas, o almeno fino ad arrivare in vicinaza visto che la via nell’ultimo pezzo è impraticabile per ghiaccio e neve.I sentieri sono due uno va al Glacial, uno va alla Laguna de los Tres.

Munito di mappa dopo mezz’ora ho già sbagliato sentiero, va beh, andiamo per il sentiero Fitz Roy.Sono ormai un paio d’ore che cammino, il sentiero è battuto ma non incontro nessuno, i dubbi mi assalgono, guardo la mappa, non aiuta molto, dovrei salire di quota, ma rimango sempre alla stessa.Passo un torrente, entro nel bosco, cammino, seguo il sentiero, avanzo, ed ora? Non c’è più il sentiero. Attorno a me solo alberi privi di foglie, sono per lo più tronchi, alcuni spezzati, altri a terra, mi fermo.Provo a capire dove sono, ho camminato in una sola direzione, la valle è alla mia destra, davanti alberi, dietro alberi, guardo su, alberi. Problema.

Posso tornare indietro ma non mi va di aver camminato per nulla, mi affido alla tecnologia, con il navigatore GPS nel cellulare riesco a trovare la mia posizione, imposto un punto vicino al lago, distanza dalla meta 1,79 km (ricorderò questo numero), poco in pianura, ma non in montagna fuori sentiero. Uscire dal bosco non è facile devo passare il torrente nel medesimo punto, altrove non si passa, cammino un bel pò, su e giù, non trovo il sentiero di prima, dopo una mezz’ora infinita eccolo, esco dal bosco. Mi ritrovo a camminare in mezzo ai cespugli di piante spinose, ho perso anche il sentiero dell’andata, ora mi sto affidando solo a GPS, cerco di orientarmi per non sbagliare ugualmente, il panorama è di sicuro meritevole, ma io ho in mente altro, il sentiero!

ARG_ElChalten_20150919_099

Puntino rosso che si muove, una persona sale, dietro altre, ci sono, salvo!

Mi dirigo in direzione, appena metto piede sul cammino cerco un tronco per sedermi, ho bisogno di acqua e mangiare la frutta, penso siano più di tre ore che cammino, tre ore e sono punto a capo.Sono giunto a destinazione alle tre, ho raggiunto Poincenot, un pò più avanti della Laguna Capri.Il paesaggio è selvaggio, non molto distante è ben visibile il ghiacciaio Pedras Blancas, una passarella in legno passa sopra il laghetto, riesco a fare delle foto ad un rapace che mi è atterrato vicino, altro paio di scatti ed è meglio tornare, mi aspettano altre 3 ore di cammino.

Alle 19 dopo aver mangiato una pasta e un pezzo di carne offertami da un professore di storia argentino mi butto per un riposino di un ora.Alla fine mi sveglio all’alba della mattina dopo.

Torna alla pagina precendente

Comments are closed.

Translate »